[Può un paio di PANTALONI CLASSICI renderti la vita più COMODA?]

Scritto il 1 Marzo 2018 da Andrea Splendore in News

Da quando è esplosa la moda attuale dei pantaloni a vita bassa e del modello slim, avere il piacere di indossare dei pantaloni comodi sembra essere solamente un ricordo del passato.

Lontani i tempi d’oro dove i pantaloni dovevano trasmettere eleganza e rispetto verso noi stessi e verso tutte le persone con le quali tutti i giorni ci trovavamo ad avere a che fare per qualsiasi ragione.

Ora è frequente vedere gente che a incontri di lavoro si presenta con pantaloni che lasciano intravedere le mutande, con pantaloni stracciati sulle ginocchia o peggio ancora con pantaloni talmente aderenti da lasciare il dubbio che siano da donna…

Ora, che le mode dominano il modo di vestire e le abitudini delle persone è senza dubbio vero; rimangono però due interrogativi ai quali bisogna saper rispondere:

1) può la moda obbligarmi ad indossare pantaloni scomodi?

2) può la moda tagliare fuori dal mercato chi ha una taglia superiore alla 48?

Bene, proviamo ora a rispondere con ordine e approfonditamente a tutte e due le domande, partendo dalla prima.

può la moda obbligarmi ad indossare pantaloni scomodi?”

Bella domanda vero? C’è da dire però purtroppo che la risposta, nella maggior parte dei casi è SI’.

La moda attuale ha letteralmente spazzato via dal mercato tutta una categoria di pantaloni che da sempre sono stati sinonimo di eleganza e comodità.

Detto ciò, lasciami dire subito che io personalmente odio la moda attuale e i pantaloni che vendiamo sono decisamente l’opposto di quello che la moda attuale vorrebbe costringerci ad indossare.

Non voglio limitarmi a dirtelo a parole ma bensì voglio letteralmente darti una guida pratica per dimostrarti e farti capire i vantaggi e la comodità di un paio di pantaloni che noi vogliamo proporre in opposizione alle mode attuali.

Bene, da dove partiamo? Partiamo dalle PINCES.

Che cos’è la pince? E’ una piccola piega a cucitura interna fatta per modellare un paio di pantaloni. Ha principalmente due funzioni e rispettivamente:

1- dare comodità alla calzata dei pantaloni aumentando la circonferenza della coscia. Quando siamo in piedi la pince rimane chiusa ma quando ci sediamo, quando ci pieghiamo, quando guidiamo la macchina la pince diventa come un piccolo soffietto che aiuta a dare ulteriore comodità ai pantaloni.

2- dona ai pantaloni un gusto classico e tradizionale. Qui si entra un po’ nel gusto personale ma diciamo che le pinces rimandano un pochino ai pantaloni di una volta. Ovviamente le pinces presenti adesso sui pantaloni non sono più doppie o triple pinces degli anni ‘60 ma conservano ad ogni modo un tocco molto tradizionale.

Una volta definiti i due vantaggi e caratteristiche principali delle pinces, lasciami dire però che non è del tutto vero che affinché un pantalone sia comodo e classico, debba avere per forza le pinces. Anche un paio di pantaloni senza pinces può essere classico e in alcuni casi può essere una soluzione da preferire addirittura rispetto ai pantaloni con le pinces.

Il tutto va valutato caso per caso, da persona a persona ecco, ma diciamo che noi in assortimento, di quasi ogni modello di pantaloni, teniamo sia la versione con pinces che senza.

Tutto chiaro?

Bene, ora procediamo con un’altra caratteristica fondamentale ovvero L’ALTEZZA DELLA VITA.

Condizione indispensabile affinché i pantaloni siano comodi è che devono avere la vita abbastanza alta. Non fraintendermi, i nostri pantaloni non hanno una vita ascellare stile “Fantozzi” ma è fuori dubbio che i pantaloni con la vita alta equivalgono ad indossare un capo decisamente più comodo e maggiormente adatto a certe situazioni.

Primo fra tutti, il vantaggio di poter mettere dentro i pantaloni la camicia e fare in modo che la camicia stessa non esca dai pantaloni ogni volta che ci pieghiamo o che si sediamo. Sì, esatto… con i pantaloni a vita bassa, ogni due per tre bisogna rinfilare la camicia dentro i pantaloni perché scappa sempre fuori. Ti è già capitato diverse volte vero?

Inoltre una vita alta dà proprio la sensazione di calzare i pantaloni in modo assolutamente più comodo. Ce li sentiamo letteralmente più “ancorati” in vita.

Passiamo ora ad analizzare un altro punto importante di un paio di pantaloni classici ovvero la LARGHEZZA DEL FINALE.

Eh sì, lo so che in giro si trovano solo pantaloni con un finale stretto che manco un’anguilla riuscirebbe a farci passare il polpaccio, ma tutto ciò è assolutamente scomodo oltre che ad essere ridicolo il più delle volte.

C’è sostanzialmente un grossissimo vantaggio ad avere un finale abbastanza largo ed è quello che i pantaloni hanno modo di “appoggiare” comodamente sulla scarpa evitando di fare grinze o pieghe assolutamente anti-estetiche.

Arriviamo ora a rispondere alla seconda domanda:

può la moda tagliare fuori dal mercato chi ha una taglia superiore alla 48?

Questa è veramente un’assurdità ma davvero pare che tutti i negozi tengano in assortimento pantaloni dalla taglia 42 a massimo la taglia 48.

La moda attuale pare aver deciso che, non si sa bene in base a cosa, bisogna essere tutti modelli palestrati con un fisico da teenager e che se abbiamo un po’ di pancetta o qualche problemino dovuto all’età dobbiamo rassegnarci!

Noi in negozio abbiamo certamente anche le taglie piccole ma ovviamente abbiamo anche un gran bell’assortimento di taglie grandi e anche conformate.

Andrea Splendore

**********************************************************************************************************************************

Se stai cercando un paio di pantaloni per te e non vuoi perdere tempo saltando da un negozio all’altro senza alla fine trovare nulla di quello che cercavi, ti aspetto qui:

PANTAMAN
Via Ripamonti 3/A – MILANO

Per ogni informazione o chiarimento chiama SENZA NESSUN IMPEGNO al 327 – 3551596

***********************************************************************************************************************************